Archeologia, arte e natura



Comuni compresi nell’itinerario
 
Castelguidone
Castiglione Messer Marino
Celenza sul Trigno
Dogliola
Fresagrandinaria
Lentella
San Giovanni Lipioni
San Salvo
Schiavi di Abruzzo
Torrebruna


Descrizione dell’itinerario
 

Il parco archeologico del Quadrilatero di San Salvo (tel. 0873 346072-347, 7022309) è nel centro storico di San Salvo, a 7 Km da Vasto in direzione sud, e coincide con il nucleo originario della città. Comprende due musei, un acquedotto ipogeo di epoca romana e un’area archeologica con strutture romane, tra cui un pregevole mosaico policromo. Un viaggio nel tempo lungo 3.000 anni che narra della civiltà frentana e del culto dei defunti, delle intense attività commerciali di epoca romana, della potente comunità monastica cistercense dei Santi Vito e Salvo (sec. XIII). Da San Salvo imbocchiamo la Trignina fino all’uscita Celenza sul Trigno. Con impegnativi tornanti arriviamo nel borgo a picco sulla vallata: da vedere la torre fortificata (sec. XII-XIV), tomba dei d’Avalos Pignatelli nella parrocchiale e il Santuario di San Donato, dove fino agli anni Ottanta si svolgeva il rito della ”pesatura dei Lunatici” che richiamava fedeli dall’Abruzzo e dal Molise (su uno dei piatti di una rudimentale bilancia veniva fatto salire il malato di epilessia e sull’altro si deponeva grano fino a pareggiarne il peso, mentre il sacerdote recitava esorcismi per allontanare il “male lunatico”). Continuando la salita si arriva a Torrebruna, feudo dei Caracciolo e dei d’Avalos, rinomata per la produzione di tartufo, e alla frazione di Guardiabruna (chiesa settecentesca e palazzo baronale), tra i torrenti Cerreto e Persana; quindi, proseguendo sulla SS 86 si può deviare verso l’area archeologica di Schiavi d’Abruzzo (tel. 0873 944072; 320 4871393). Il sito è lungo la provinciale che dalla fondovalle sale al paese, su di un altopiano che domina la vallata sottostante e i monti del Matese. Il complesso, vestigia del popolo italico dei Sanniti, è costituito da due templi, il Maggiore (II sec a.C.) e il Minore (I sec a.C.), disposti parallelamente, da un altare monumentale, da una necropoli e da un altro edificio sacro, abbandonato poco dopo la Guerra sociale (91-89 a.C.). Tornando sul tracciato principale, la strada sale a 1.000 metri di quota e, tra l’alveo del Sente e le sorgenti del Treste e del Sinello è incastonato Castiglione Messer Marino, meta di amene passeggiate che giungono fino alla grande cascata del Sinello e sede del Museo delle tradizioni familiari (tel. 0873 944072; 320 4871393). Escursione consigliata è quella alla Lupara con il suggestivo santuario della Madonna del Monte.

Prodotti tipici ed attrattori enogastronomici presenti nell’itinerario
 

Olio extravergine di oliva
Vino Montepulciano
Vino Trebbiano
Vino Cerasuolo
Vino cotto
Pasta fresca
Porchetta
Salsicciotto
Ventricina del vastese
Carne di marchigiana
Caciocavallo abruzzese
Pizza Scime
Fiadone
Cavalli, pupe, cuori
Celli pieni
Miele
Tartufo
Pesche di San Salvo
Patata di montagna
 
Altri attrattori di carattere identitario
 

L’oasi naturalistica posta all’estremità nord della spiaggia di San Salvo, un’area protetta di circa 10 ettari, ospita il Giardino Botanico Mediterraneo, unico giardino dunale della Costa Adriatica, e il Centro di recupero per le tartarughe di mare. Qui sono stati ricostruiti gli ambienti tipici della costa sabbiosa medio adriatica e l’ambiente umido retrodunale è l’habitat ideale per molte specie di uccelli migratori, anfibi e testuggini palustri. (tel. 339 5341704, 349 6146658)

Dove mangiare

Consigli dalle guide italiane: Osterie d’Italia, Ristoranti d’Italia (di Gambero Rosso) I ristoranti d’Italia (de l’Espresso)

San Salvo

Al Metrò

Via Magellano, 35 tel. 0873 803428                                              
Giovani e appassionati i fratelli Antonio e Nicola Fossaceca: propongono una cucina di mare innovativa e al tempo stesso semplice, piena di tecnica e incredibilmente rispettosa dell’essenza della materia prima; buona carta dei vini con selezione di spumanti e champagnes. Chiuso domenica sera e lunedì.

Osteria delle Spezie

Corso Garibaldi, 44 tel. 0873341602                                            
Ambiente accogliente e intimo, severa selezione di soli produttori locali: questo il segreto di Giancarlo Cilli e dei suoi menù di terra, sempre di qualità e sapientemente profumati. Chiuso mercoledì, in inverno domenica sera.

Ristorante Marina

Via Pigafetta, 70-Statale 16, piazzale Agip  tel. 0873 803142                   
Atmosfera cordiale e solo pescato giornaliero, con buona variazione di “crudo”, abbondante carrellata di antipasti e ottima preparazione di brodetto. Chiuso domenica e lunedì sera


Prodotti e produttori segnalati lungo l’itinerario
 

Celenza sul Trigno

Miele e conserve

Fattoria Licineto                                                          
Via Vittorio Emanuele, 3 (tel. 0873 958180)                                                      
Il signor Costantino apicoltore produce ottimi mieli sia millefiori che di sulla, forse il più tipico dei mieli della provincia, nonché confetture di amarene al miele, spezie in vasetti e conserve di pomodori. Tutti i prodotti provengono da agricoltura biologica

Tartufi

Il tartufo di Ennio                                           
Loc. Martinelle (tel.  380 7060034; 360 365055)                                          
Ennio insieme ai suoi figli cerca tartufi che vende tal quali o trasforma in paté, scaglie sott’olio, olio aromatizzato. Le tipologie sono lo scorzone estivo, tartufi neri e bianchi

Lentella

Olio extravergine d’oliva

Il Bosco degli Ulivi                                                  
Contrada Fonte Puteo. 5 (tel. e fax 0873 549837; mail info@ilboscodegliulivi.it; www.ilboscodegliulivi.it)
Relativamente giovane l’azienda agrituristica di Vittoriano Pracilio, in splendida posizione tra la valle del Trigno e il mare, produce oli extravergini di qualità. Di particolare interesse l’extravergine monocultivar Ascolana tenera

San Salvo

Prodotti della terra

Il Negozio                                                   
Via Gargheta, 2 (tel. 0873 346172; www.eurotrigno.com)                                         
Punto vendita della Coop. Euro-ortofrutticola del Trigno, vi si trovano frutta e ortaggi a Km 0, dal produttore al consumatore, ma anche sottoli e conserve, un modo intelligente di acquistare prodotti della terra della zona, contenendo i costi

Schiavi D’Abruzzo

Carni e salumi

Di Carlo Vittorio                        
Contrada Valloni, 5 (tel. 0873 970250)            
Il signor Vittorio appassionato norcino, trasforma le carni dei propri maiali nei salumi tipici del vastese e in prelibate ventricine

Tartufi

I sapori della terra         
Contrada Badia, 59 (tel. 0873 979379; 339 754631)                                       
Raccoglitori di tartufi, scorzoni, nero e bianco vengono trasformati in salse, paté e sottoli, nell’attrezzato laboratorio. E’ possibile acquistare i tartufi, neri e bianchi, anche freschi